Skip Navigation Links.

Vademecum per i genitori anno scolastico 2008-2009


Documento aggiornato dal Consiglio d’Istituto in data 27 giugno 2008



Perché un vademecum?

Allo scopo di migliorare la comunicazione tra scuola e famiglie, l’Istituto, tra-mite questo vademecum, intende mettere a disposizione dei genitori alcune essenziali informazioni sui principali servizi generali da esso erogati e su alcune fondamentali disposizioni che gli alunni e i genitori sono tenuti a rispettare.

Informazioni sui Servizi generali dell’Istituto

- La Segreteria è aperta al pubblico la mattina dalle ore 11.00 alle ore 13.00 e il pomeriggio del lunedì e mercoledì dalle ore 14,30 alle 16,30; il personale è disponibile a fornire le informazioni di cui i genitori posso-no aver bisogno.

- Il Dirigente Scolastico riceve nei seguenti giorni e orari:
- lunedì 8.30 – 12.30;
- giovedì 8.30 – 12.30;
- sabato 8. 30 – 12.30.
Poiché per l’espletamento delle proprie funzioni potrebbe essere impe-gnato negli orari indicati, è opportuno, se possibile, che venga telefoni-camente concordato con lui un appuntamento.

- E’ stata predisposta una Carta contenente una descrizione dell’organizzazione e della gestione dell’Istituto ed un’esplicitazione del-le concezioni, dei valori e delle modalità operative a cui esso si ispira nell’erogazione dei servizi; essa è affissa all’albo di ogni scuola e pub-blicata sul sito dell’Istituto.

- L’Istituto predispone ogni anno, in coerenza con la Carta di cui al punto precedente e in risposta alle esigenze formative degli alunni, il Piano dell’Offerta Formativa che viene consegnato in forma sintetica (su pieghevole) a tutte le famiglie nella fase iniziale delle attività scolastiche e in forma analitica ai rappresentanti dei genitori e a chi ne fa specifica richiesta; entrambe le versioni sono pubblicate all’albo di ogni scuola e sul sito dell’Istituto.

- L’Istituto ha un proprio sito internet (www.icbreno.it) su cui riporta informazioni, modelli e materiali utili ai genitori, relativi agli aspetti orga-nizzativi, alle attività e ai progetti dell’Istituto e dei plessi; inoltre sul sito vi è un forum di discussione al quale tutti i genitori possono partecipare esprimendo proprie osservazioni e proposte.
Disposizioni riguardanti alunni e genitori

- Scuola e famiglia devono considerarsi e agire da alleati, nel comune sforzo di educare gli alunni, operando all’interno dei rispettivi ruoli e funzioni.

- È giusto pensare che la scuola sia un servizio che deve dare il massimo ad ogni alunno, ma è altrettanto importante che i genitori abbiano il massimo rispetto e la massima fiducia nell’operato della scuola, con-tribuendo attivamente alla buona riuscita della sua azione educativa e didattica.

- E’ un diritto e un dovere che i genitori si informino tramite i seguenti canali:
o partecipazione alle riunioni organizzate dagli insegnanti, ossia a:

- assemblee: la scuola organizza all’inizio dell’anno un’assemblea durante la quale viene presentato il piano delle attività che essa in-tende svolgere; i genitori possono esprimere pareri e proporre delle attività che verranno accolte dai docenti compatibilmente con le fi-nalità istituzionali e con le risorse disponibili; l’incontro si conclude con un contratto formativo che impegna docenti, alunni e genitori; nel corso dell’anno viene organizzata almeno un’altra assemblea per uno scambio di informazioni, osservazioni, valutazioni sull’andamento delle attività;

- colloqui: ogni bimestre vengono organizzati degli incontri (per i colloqui generali e per la consegna del Documento di Valutazione); ogni settimana sono previsti colloqui individuali, in orari stabiliti da ogni team di docenti (Scuola Primaria) o da ogni docente (Scuola Secondaria) e che vengono comunicati alle famiglie all’inizio dell’anno scolastico;

o partecipazione ai corsi e alle iniziative varie promosse dall’istituto.

- I genitori sono tenuti a conoscere, a rispettare e a far rispettare ai propri figli il Regolamento d’Istituto (che viene consegnato ad ogni famiglia all’atto di iscrizione ad ogni grado scolastico, è affisso all’albo di ogni scuola e pubblicato sul sito dell’Istituto), di cui si riportano sinteticamente alcuni punti particolarmente importanti:
- gli alunni devono giungere puntuali a scuola, però non prima di 5 minuti antecedenti all’inizio delle lezioni; prima di tale orario, il personale della Scuola non può fornire l’assistenza e la vigilanza se non a coloro che, per esigenze di trasporto comunale o per motivi di lavoro, giungono con forte anticipo e i cui genitori hanno presentato al Diri-gente Scolastico un’apposita domanda scritta;
- i cancelli del cortile della scuola vengono aperti solo 10 minuti prima dell’inizio delle lezioni scolastiche, sia del mattino che del pomeriggio;
- durante l’orario di svolgimento delle lezioni scolastiche è vietato l’accesso all’interno del cortile scolastico a qualsiasi mezzo motorizzato; viene consentito l’ingresso con mezzi motorizzati solo a coloro che vengono espressamente autorizzati, per fondate esigenze, dal Diri-gente Scolastico;
- al termine delle attività, ad eccezione dei casi per i quali siano stati elaborati dall’Istituto dei progetti specifici di assistenza dovuti a proble-mi di trasporto da parte dei Comuni, la scuola non è più in grado né deve garantire l’assistenza/vigilanza agli alunni; pertanto, i genitori devono farsi carico del ritorno a casa dei propri figli (che sono mino-renni) nel modo seguente: o li ritirano personalmente (in caso di ne-cessità, possono delegare per scritto un adulto a svolgere tale compito) o devono dichiarare per scritto che autorizzano la scuola a lasciarli andare a casa da soli, sollevandola da responsabilità per eventuali in-fortuni o problemi che dovessero verificarsi durante il tragitto;
- terminate le lezioni, alunni e genitori non possono entrare nell’edificio, se non per necessità urgenti e chiedendo verbalmente l’autorizzazione al personale ausiliario che sta esercitando il controllo;
- gli alunni hanno diritto ad essere rispettati e valorizzati per le proprie capacità, ma nel contempo hanno il dovere di seguire con attenzione le lezioni, di impegnarsi nel proprio lavoro in classe e nello svolgimen-to completo e scrupoloso dei compiti, di rispettare le regole dell’Istituto che sono affisse in ogni aula; nelle valutazioni quadrimestrali il voto in condotta ha un peso importante, fino a determinare anche la bocciatu-ra se inferiore a 6;
- ogni alunno deve rispettare compagni, docenti, personale non docente, materiali e ambiente scolastico;
- vanno evitate assenze non ben motivate e, in ogni caso, vanno sem-pre giustificate; si fa presente che un numero di assenze che superi un quarto del monte ore complessivo annuale potrebbe determinare, in sede di valutazione, una non ammissione alla classe successiva;
- l’abbigliamento deve essere decoroso, vanno evitati vestiti troppo corti e pantaloni cascanti;
- è vietato l’uso del cellulare.

- I genitori hanno il dovere di controllare che i propri figli svolgano regolarmente i compiti assegnati dai docenti.

- I genitori devono curare quotidianamente l’igiene personale (si segna-la, in particolare, il manifestarsi ricorrente del fenomeno dei pidocchi) dei propri figli, vigilare sul corretto e ordinato uso da parte loro del ma-teriale scolastico (zainetto, astuccio, libri…) e cercare di far loro acqui-sire corrette abitudini relativamente all’impiego del tempo libero e al rispetto del tempo necessario da destinare al sonno, condizioni importanti per favorire l’attenzione e la concentrazione nelle attività scolastiche.



File allegati
Vademecum [145KB]
Principali regole e servizi dell'Istituto





Piattaforma realizzata su tecnologia ckube